Dott.ssa Rita Piermarocchi Oculista

Padova | Mogliano Veneto (TV)

TOPOGRAFIA CORNEALE

    PER INFORMAZIONI E APPUNTAMENTI


    Che cos'è la Topografia Corneale?

    Rappresenta un essenziale strumento diagnostico non invasivo. Questa tecnologia avanzata ci consente di analizzare in dettaglio la curvatura della superficie anteriore della cornea. Grazie a uno strumento di precisione, possiamo osservare le diverse zone corneali, rilevando eventuali irregolarità. Queste mappe colorate illustrano la curvatura corneale, con variazioni cromatiche che segnalano le aree di diversa curvatura: le tonalità fredde per le zone meno curve e quelle calde per le zone più curve.

    Procedura della Topografia Corneale:

    La natura semplice e non invasiva dell’esame elimina la necessità di anestetici o midriatici. Durante l’esame, chiediamo al paziente di appoggiare mento e fronte sull’ apposito supporto, di fissare un punto preciso e di rimanere più fermo possibile, pochi secondi, garantendo la massima precisione nella raccolta dei dati. L’intero processo dura pochissimi minuti, ma fornisce informazioni dettagliate e fondamentali per una corretta valutazione oftalmologica. Poiché le lenti a contatto possono alterare la precisione della topografia corneale, è importante svolgere l’esame dopo un periodo di astensione da lenti a contatto, che deve essere di almeno 24 ore nel caso di lenti a contatto morbide, e di almeno 48 ore in caso di lenti a contatto rigide.

    Topografia Cornea

    Perché e Quando eseguire una Topografia Corneale?

    La topografia corneale è uno strumento essenziale per lo studio dell’astigmatismo, per la diagnosi e il follow-up del cheratocono, nel monitoraggio dei trapianti corneali e delle ectasie corneali. Oltre a ciò, è un’indagine cruciale nella programmazione di interventi chirurgici oculari e nel monitoraggio post-operatorio.

    Cheratocono Padova
    ×